Simulazione Prima Prova Maturità 2018: Italiano


Siete pronti per affrontare l’Esame di Stato 2018? Probabilmente molti studenti risponderebbero assolutamente no! Da un lato ci sono la stanchezza e l’ansia che inevitabilmente accompagnano questo periodo, ma forse anche per la prospettiva (non molto lontana) dei test di ammissione alle Università. Insomma, per i maturandi delle superiori è una fase molto intensa e per godere delle agognate vacanze estive, si dovrà sudare ancora un po’! In questo articolo, ci concentriamo sulla presentazione della prima prova dellesame di maturità, proponendo qualche strumento ch2e vi consenta di arrivare all’esame con un pizzico di preparazione in più.

Come funziona la Prima Prova

E’ importante sapere che, il primo scritto dell’esame di maturità 2018 si terrà il 20 giugno in tutte le scuole superiori. Il contenuto di questa prova è stabilito dal Miur (il Ministero dell’istruzione) e riguarda l’ormai famoso compito di italiano. Una volta giunti in aula, dopo l’appello, i professori apriranno i plichi ufficiali contenenti i compiti stabiliti dal Ministero, che propone diverse tipologie di prova di italiano fra cui potrete scegliere. Il tempo massimo a disposizione per completare il lavoro è di sei ore, e durante l’esame, il vostro unico compagno potrà essere solo il dizionario!

Tracce della Prima Prova: le tipologie

Ci sono quattro tipologie di traccia fra cui potrete scegliere, ognuna con delle proprie caratteristiche. Vediamole in modo più dettagliato!

Analisi del testo

In questo caso, vi troverete davanti un testo di prosa o di poesia di un autore italiano, per il quale dovrete effettuare le seguenti operazioni:

  1. riassumere brevemente il contenuto del testo, al fine di far valutare la vostra comprensione del brano;
  2. rispondere ad alcune domande relative agli aspetti stilistici, narrativi o formali dello scritto;
  3. redigere una riflessione, di solito sul tema principale del testo, facendo anche riferimento, se possibile, ad altri scritti di autori italiani che hanno trattato lo stesso argomento.

Saggio breve o articolo di giornale

Questo tipo di prova permette di scegliere tra quattro diversi ambiti:

  • artistico – letterario;
  • storicopolitico;
  • tecnicoscientifico;
  • socioeconomico.

Ciascuno di questi propone un argomento centrale ed è accompagnato da alcuni documenti (es. immagini, scritti, articoli..), da cui dovrete attingere per svolgere il vostro tema. Una volta scelto l’ambito, dovrete scegliere se redigere il vostro lavoro nella forma del saggio breve oppure dell’articolo di giornale.

Tema storico

Per questa tipologia di prova, dovrete avere una buona conoscenza del programma di storia affrontato durante l’anno. Solitamente, il Ministero propone dei documenti che inquadrano il contesto storico, oppure che offrono delle testimonianze dell’epoca.

Tema di attualità

L’ultima traccia tra cui scegliere consiste nel tema di ordine generale, altrimenti definito come tema di attualità. L’argomento oggetto della prova, come è facile intuire, riguarda le questioni più rilevanti di cui si dibatte negli ultimi mesi o negli ultimi anni, ad esempio temi etici, politici ambientali ecc.. E’ chiaro che per avere successo in questa tipologia di prova, dovrete essere informati sulle notizie di attualità, nazionali ed internazionali, più rilevanti.

 

Prima Prova di italiano: Come prepararsi

Arriviamo così al nodo cruciale, sintetizzabile nella domanda: come possiamo prepararci? Ebbene, non ci facciamo trovare impreparati e vi rispondiamo con chiarezza: per ottenere dei risultati soddisfacenti in questa prova è necessaria, come è ovvio, una buona dose di ripasso sugli argomenti principali di storia e letteratura, nonché sugli eventi di attualità più rilevanti degli ultimi mesi. Detto questo, noi di Simulazione.Net, vogliamo anche offrirvi qualche strumento in più, in modo da farvi arrivare il giorno dell’esame consapevoli di cosa dovrete affrontare. Questo vi renderà certamente più sicuri e sereni, nonostante la comprensibile tensione.

  • La prima risorsa che vi vogliamo presentare la trovate su Atuttascuola (ecco il link). La pagina che vi abbiamo indicato contiene la prima prova di italiano degli anni precedenti elaborata dal Ministero. Scegliete la prova dell’anno che preferite e potrete visionare le tracce che sono uscite dal 1999 a oggi. E’ un esercizio da non sottovalutare, perché è sempre possibile che qualche traccia venga riproposta quest’anno!
  • Per allenarvi in modo efficace, provate anche a svolgere qualche esercizio di grammatica. Sul sito di Zanichelli (cliccate qui), si trova una pagina piena di test di grammatica di ogni tipo. Magari penserete: ma che noia, e poi a che mi serve..? In realtà, noi ci siamo divertiti parecchio con questi quiz, perché si deve riconoscere che sono davvero ben fatti, inoltre non prendeteli sotto gamba! La correttezza grammaticale è essenziale, tanto quanto il contenuto del vostro tema e un errore di troppo, potrebbe costarvi qualche punto prezioso per il voto.
  • Infine, vi proponiamo un sito davvero utile per gli studenti: Efficacemente (qui il link). In questa pagina, troverete degli articoli molto interessanti che riguardano tutti gli aspetti più importanti per uno studente: tecniche di memorizzazione veloce, metodo di studio, esercizi per trovare la concentrazione e tanto altro. Insomma, tutti gli ingredienti fondamentali per rendere il vostro studio efficiente e ottenere i massimi risultati dal tempo che dedicate all’apprendimento.

Grazie a questi accorgimenti, con un po’ di esercizio e di costanza, riuscirete ad ottenere risultati che vi sorprenderanno. Ricordate: per scrivere un buon tema, la miglior arma che avete a disposizione è la lettura. Cercate di essere fantasiosi, originali, brillanti acuti, pungenti, ma soprattutto.. di avere un vocabolario vario, affinché la lettura del vostro scritto sia sempre piacevole ed interessante!

 

Visto che la prima prova dell’Esame di Stato è solo il primo passo, vi interesserà vedere gli altri articoli sull’argomento. Date un’occhiata all’articolo sulla seconda prova e a quello sulla terza prova, non ve ne pentirete. E se tra i vostri timori più grandi ci sono i test di ingresso, andate a fare un giro tra le simulazioni dei test di ammissione all’Università, c’è tutto quello che vi può servire per essere pronti e preparati alla prima sfida universitaria.

Per qualsiasi informazione o chiarimento, potete scriverci nei commenti, saremo felici di rispondervi subito. Vi è piaciuto l’articolo? Siamo riusciti ad aiutarvi? Beh allora perché non condividerlo con qualche amico che, come voi, è alle prese con gli esami di maturità?! 😉

A presto.


Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi