Mini PC: da Raspberry Pi alle piattaforme per il gaming


Avete mai sentito parlare di mini PC? Probabilmente sì ma per chi non lo sapesse sono dei computer desktop di dimensioni veramente ridotte che permettono di trasformare il proprio televisore in una Smart TV e non solo; data la considerevole espansione di questo fenomeno da due anni a questa parte, ci siamo sentiti in dovere di informarvi.

Il primo mini PC commercializzato è stato probabilmente il Raspberry Pi sviluppato nel Regno Unito dalla Raspberry Pi Foundation ed il cui lancio ufficiale è avvenuto nel Febbraio 2012; è un computer dalle dimensioni di una carta di credito, dal costo medio di circa 30€ capace di far girare svariate distribuzioni Linux, grazie ad un processore ARM da 700Mhz e una scheda video, coadiuvato da 512MB di memoria RAM. Non ha memoria interna ma uno slot per schede SD da utilizzare come memoria di massa. Sono inoltre presenti due porte USB, una uscita HDMI, una porta seriale programmabile, un comune jack da 3.5mm per l’audio, una uscita video analogica e infine la porta Ethernet per connettersi ad internet.
I vantaggi di Raspberry Pi stanno nelle dimensioni estremamente contenute, e il notevole risparmio energetico: tenerlo acceso un intero anno si tradurrà in pochi euro sulla bolletta.

Sull’onda del successo di Raspberry Pi sono nati innumerevoli altri progetti simili, ad esempio la Sapphire ha sviluppato un mini PC con caratteristiche tali da permettere il gaming; si chiama Sapphire Edge VS e, secondo i dati della casa produttrice, questo computer spreca appena il 10% rispetto ad un Pc “normale” ed inoltre è silenziosissimo.
Le dimensioni sono molto contenute (197,5 x 182,5 x 31,6 mm), in pratica è grande quanto un router wireless! Il processore è l’APU AMD Trinity (A4 Dual-Core a 1.9 GHz o A8 Quad-Core a 1.6 GHz) con motore grafico AMD Radeon HD Serie 7000; presenta 2 moduli SO-DIMM DDR3 Dual Channel da 2 GB che girano a 1333 MHz, può inoltre supportare fino a 16 GB. Monta un hard disk da 2,5 pollici SATA da 320 0 500 GB. Non manca il Wi-Fi, 2 connettori USB 3.0 e 4 USB 2.0, slot SDHC, porta LAN, Bluetooth 3.0, Mini DisplayPort, HDMI 1.4, presa jack per le cuffie e un’entrata per il microfono. Esistono due versioni (con il processore A4 o A8),  entrambe equipaggiate con Windows 8, vendute rispettivamente a 339 Euro e 399 Euro.

Un altro mini PC molto interessante è quello della Zotac, chiamato ZBox ID45. Un’ottima soluzione che combina la terza generazione di processori Intel Core i3 con GPU Nvidia GeForce GT 640 affiancata da 2 GB di memoria DDR3.
E’ inoltre disponibile sul mercato in due versioni: una senza memoria o hard disk, e la versione “Plus”, con 4 GB di memoria DDR3 e un hard disk da 500 GB. Infine è equipaggiato con Wi-Fi, Bluetooth, HDMI, DVI-I e VGA; oltre a due porte USB 3.0, due porte Ethernet e un lettore di schede 4-in-1. Viene inoltre fornito insieme al mini PC un attacco universale per agganciarlo nel retro del vostro televisore!
Il sistema operativo non è preinstallato in entrambi i casi. Non possiamo di certo aspettarci prestazioni elevate da questo mini-pc, ma funziona benissimo come centro multimediale per il vostro salotto, trasforma cioè la vostra televisione in una Smart TV, e forse anche meglio dato che permette anche di giocare, ma in questo caso saremo costretti ad abbassare un po’ i dettagli grafici.

Noi siamo sicuri che questo tipo di soluzione possa in un futuro rimpiazzare totalmente gli ingombranti PC desktop attuali, e voi che ne pensate?

Non avete una Smart TV e pensate che costi troppo? Il mini PC è la soluzione adatta a voi! Economico, silenzioso e dai consumi ridottissimi!


Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi